Rocky e 100 – Amicizia e sensibilità tra cani

Chi ha dubbi sulla sensibilità dei cani, non c’è dubbio,
non ha visto che una minuscola parte di quel che sono i cani.


Loro sono Rocky e Cento, i cani che vivono all’inizio della strada per raggiungere il campo. Chi viene da noi li ha incontrati sicuramente almeno una volta.

Sappiamo che Rocky è arrivato in famiglia da cucciolo, mentre Cento è arrivato circa un anno e mezzo fa, durante il periodo della sua adolescenza. Cento per caratteristiche personali ed esperienze pregresse, aveva le tipiche risposte reattive e poco ragionate di quell’età: rincorreva le auto o i trattori che passavano davanti casa, andava vicino alle persone per poi abbaiargli quando queste cercavano di toccarlo e marcava ogni ciuffo d’erba intorno al campo.
Rocky lo ha preso sotto la sua ala e gli ha mostrato come si fa una buona guardia e gli ha spiegato che se è diffidente nei confronti delle persone può mantenere una distanza di sicurezza e probabilmente un sacco di altre cose utili.
Abbiamo vissuto tutta l’evoluzione di Cento poiché facciamo visita alla loro famiglia sia per piacere sia passando quotidianamente davanti casa.

Ieri pomeriggio quando siamo passate abbiamo visto che Cento, il biondo, aveva preso il posto di Rocky con postura sicura e nessun segno di reattività al passaggio della macchina.
Ci è sembrato un cambiamento molto importante e abbiamo scritto alla famiglia chiedendo come stesse Rocky perché negli ultimi tempi i suoi 13 anni incominciavano a farsi sentire.

Ieri sera Rocky ha deciso di lasciarci. 

Scriviamo questo articolo per salutare pubblicamente Rocky, cane di mondo, con splendida socialità e saggia socievolezza. Consapevole, autonomo e affettuoso,

Scriviamo questo articolo anche per condividere la riflessione che osservare e conoscere la personalità del singolo, dà la possibilità di avere informazioni (anche molto importanti!) sull’ambiente sociale ed emotivo circostante. Cosa non da poco se si vive con più cani.

Ciao Rocky, il tuo modo di salutarci con gli occhi che sorridono e un cenno della testa rimarrà per sempre tra le nostre cose belle.