RUOLI

Per stare bene in un gruppo sociale ogni individuo deve poter ricoprire il ruolo che più lo rispecchia e riceverne il riconoscimento dagli altri membri del gruppo. Questo accade ad esempio quando una famiglia, umana canina o mista che sia, si predispone a crescere un cucciolo. Ogni membro, in base alle esperienze e predisposizioni personali, si occupa della crescita e tutela del cucciolo.

➡️ In foto Pepita e Lila giocano spensierate da adolescenti quali sono. Nerone e Kashmere, in posizione esterna hanno il ruolo di determinare uno spazio sicuro; Nerone si occupa di monitorare i possibili pericoli, Kashmere si trova a suo agio nel ruolo di monitorare le interazioni tra Pepita e Lila e dare loro informazioni quando esagerano. In questo modo le cucciole posso dedicarsi senza preoccupazioni a giocare, ma tenendo presenti le regole e i ruoli nel gruppo.

DINAMICHE SOCIALI

Nei nostri incontri è imprescindibile parlare di dinamiche sociali.

Il cane, come noi, percepisce la propria famiglia come un gruppo sociale all’interno del quale ogni componente riveste un ruolo specifico, come ad esempio proteggere, prendersi cura o occuparsi dei pasti.

Ogni esperienza che viviamo nel mondo insieme al nostro cane è una dinamica sociale di gruppo che deve avere un senso ed essere funzionale a trovare l’adattamento (vedi altri articoli).
Dinamiche sociali corrette sono essenziali per sapere come comportarsi in futuro in situazioni simili.

La dinamica sociale più comune ma sottovalutata è la Guardia.

➡️ Nel video Pepita è preoccupata dall’arrivo della macchina e produce vocalizzi di allarme; successivamente arretra e guarda dietro di sé, lasciando ad altri (purtoppo non visibili nel video) il ruolo di andare a verificare in prima linea. Dispensata dall’umano dall’intervenire, Pepita esce dallo stato di preoccupazione e torna ad annusare in giro.

SOCIALITÀ E SOCIEVOLEZZA

Sappiamo che il cane è un animale sociale, ma sappiamo cosa vuol dire?

Gli animali sociali vivono in gruppi all’interno dei quali gli individui hanno forti legami, non esclusivamente di sangue.
L’obiettivo principale è mantenere il benessere del gruppo stesso.
Le interazioni si basano sulla prevedibilità del comportamento e hanno delle regole che si imparano in famiglia, alcune da cuccioli altre crescendo.
La comunicazione, i ruoli, l’accudimento e gli spazi hanno un alto valore (trovate approfondimenti negli altri articoli).

La socievolezza è l’inclinazione ad aprire interazioni con l’altro. È una caratteristica che varia da individuo ad individuo.

➡️ Dora è diffidente ed è stata adottata già adulta da poche settimane. In foto si trova al campo e questa è la sua prima esperienza fuori casa. Conosapevole delle sue difficoltà la famiglia le dà un luogo comodo (cuscino) e sicuro (in mezzo a loro) permettendole di fidarsi ed essere serena, così facendo pare che tutti siano sereni!

ADATTAMENTO

Il processo di adattamento permette ad un individuo di superare la selezione naturale, mantenersi in vita e garantire la sopravvivenza nell’ambiente fisico e sociale.

Come mai dobbiamo conoscere le capacità di adattamento del nostro cane?
Perché queste variano in base all’età, alla personalità, alla genetica e alle esperienze precedenti e così possiamo offrirgli esperienze corrette aiutandolo a migliorare progressivamente le sue capacità di adattarsi alle situazioni che gli proponiamo quotidianamente.

➡️ Jay approccia un nuovo ambiente e determina se ci sono pericoli, individua le vie di fuga, indaga la presenza di oppositori o alleati dal punto di vista sociale.
In questa fase è coinvolta la fisiologia (approfondimento in altro articolo) e si generano emozioni che incidono sul comportamento.

FISIOLOGIA

Quando parliamo della fisiologia del cane ci riferiamo ai processi biochimici dell’organismo, alla base dei quali ci sono prevalentemente neurotrasmettitori e ormoni.

Come mai conoscere la fisiologia è così importante?
Perché ci dà informazioni sui livelli di stress fisici ed emotivi dell’individuo in quel momento e osservandola possiamo intervenire aiutando il cane durante il percorso.

➡️ In foto Ulisse e Libe, a parità di condizioni ambientali hanno due tipi di respirazione differenti. La bocca aperta rivela che il cane è sotto stress perché ha caldo o perché si sta impegnando nel gestirsi emotivamente. La bocca chiusa indica assenza di stress termico o emotivo.